Pelle e cervello, gemelli alla nascita


La pelle e il sistema nervoso, nell’embrione, originano entrambi dall’ectoderma, ovvero da cellule madri identiche.

Pelle e cervello sono dunque strettamente collegati e da ciò è facile dedurre l’enorme importanza che la pelle e il tatto rivestono non soltanto per la nostra componente biologica, ma anche per quella psicologica ed emotiva.

Il senso associato alla pelle, il tatto, è il primo a manifestarsi fin dalle fasi più precoci dello sviluppo prenatale. Inoltre, avendo il medesimo substrato biologico, la pelle e il sistema nervoso mantengono profondi rapporti di interconnessione anche dopo la nascita. È proprio attraverso le stimolazioni tattili che i bambini acquisiscono la percezione della propria identità corporea, base per la costituzione di una personalità autonoma e per un sano sviluppo fisico, emotivo e comportamentale.

La pelle manda continuamente messaggi alla corteccia cerebrale e questa massa di informazioni gioca un ruolo fondamentale nel concetto che abbiamo di noi stessi e nella capacità di essere ciò che siamo.

Se vuoi saperne di più, abbiamo deciso di offrirti un’occasione imperdibile: l’ebook Se la pelle potesse scegliere sarà in promozione da venerdì 15 a venerdì 23 settembre a € 0,99 (al posto di € 3,99).

 

Link per l’acquisto:
Amazon
Google
Il Giardino dei Libri

… e tutti gli store online

Dermoriflessologia dell’Archetipo

L’Accademia di Dermoriflessologia sta specializzando e qualificando 8 Dermoriflessologi per la conduzione del percorso di gruppo Il Viaggio dell’Eroe.

Questo Percorso di Dermoriflessologia è strutturato su 8 incontri, uno per ogni Archetipo:
l’Eroe Innocente
l’Eroe Orfano
l’Eroe Guerriero
l’Eroe Amante
l’Eroe Cercatore
l’Eroe Saggio
l’Eroe Folle
l’Eroe Alchimista

Ad ogni incontro, si attiva la Placca cutanea che mette in relazione con un Archetipo e si procede a una meditazione/visualizzazione profonda per portare alla luce il potenziale eroico.
Tra un incontro e l’altro si svolgono semplici compiti per i quali sono previsti il confronto e l’esame dei contenuti emersi alla coscienza.

Il viaggio è una chiamata ai misteri dello spirito, comporta prove, ma anche grandi ricompense.

La Dermoriflessologia dell’Archetipo prevede un approccio alla vita che attribuisce il massimo valore allo sviluppo della psiche individuale al fine di fare emergere l’identità autentica e dar voce al proprio insostituibile spirito.

Ognuno compie un viaggio. La vita è il viaggio. Nell’arco di questo percorso, incarniamo diverse personalità eroiche. Nasciamo Innocenti, attraversiamo la fase dell’Orfano, combattiamo da Guerrieri, diventiamo Amanti, in qualità di Cercatori scopriamo nuove terre, poi la conoscenza risveglia in noi il Saggio, finché il desiderio di spontaneità ci porta al Folle. E, alla fine del percorso, si può accedere all’Alchimista.

Il cammino dell’Eroe non è una strada dritta, ma una spirale che procede attraverso manifestazioni archetipali a diversi livelli di profondità, di ampiezza e di altezza.

La questione non è arrivare da qualche parte, ma espandersi per nutrire il nostro spirito e acquisire spessore e sostanza.
Il Folle, alla fine, si fonde con l’Innocente, ma su un’ottava superiore.
Si torna al punto di partenza, ma più consapevoli e capaci di fare scelte più libere.
I primi giri lungo la spirale sono faticosi, ma via via che si procede, le lezioni di ciascun archetipo diventano parte di noi e l’esperienza ci arricchisce, rendendoci più forti e completi.
Gli Archetipi ci aiutano e guidano lungo la via.

Il Dermoriflessologo ti accompagna in questo viaggio, per aiutarti a migliorare il rapporto con te stesso e con il mondo, e facilitare la valorizzazione dei tuoi talenti e l’individuazione del tuo vero Sé.

Dermoriflessologi qualificati (in ordine alfabetico):
Andrea Casaccio
Andrea Manca
Eleonora Ferrari
Gianni Pecere
Ilaria Morengo
Morena Pertile
Stefano Botti
Svaldo Morengo

Per maggiori informazioni, scrivere a info@dermoriflessologia.it

Archetipi in divenire

Innocente, Orfano, Guerriero, Amante, Cercatore, Saggio, Folle, Mago…
Non succede quasi mai di lasciarsi completamente alle spalle un archetipo per marciare verso quello successivo.
Di solito, continuiamo ad affinare gli insegnamenti relativi a ogni stadio man mano che accumuliamo esperienze.
E i livelli più profondi di comprensione rispetto a ciascun archetipo dipendono dall’intensificarsi del nostro apprendimento negli altri.

Questa cosa non mi va giù

Quando lo stomaco duole ci avvisa che c’è qualcosa che non riusciamo a digerire e a trasformare in nutrimento per il corpo e per l’anima.

«Quell’affronto non l’ho proprio digerito», «ho dovuto ingoiare il rospo e stare zitta», «non posso accettare una simile ingiustizia», «avrei voluto vomitargli addosso tutto il mio disprezzo», «quando l’ho saputo mi si è chiuso lo stomaco»… Quante volte abbiamo sentito, e forse anche pronunciato, frasi simili? Quando la digestione lancia segnali d’allarme è il momento di chiedersi quali esperienze ci risultano difficili da digerire e da trasformare in elementi nutritivi, perché, come tutti gli organi, sistemi e apparati del corpo fisico che svolgono funzioni assimilabili a quelle psichiche, anche lo stomaco non fa eccezione.
Leggi tutto “Questa cosa non mi va giù”

I segreti della pelle e la metapsichica

Sempre a proposito delle origini della Dermoriflessologia…

“È noto altresì che le variazioni dello stato di coscienza determinano nello stesso tempo anche una variazione della resistenza elettrica della cute. Già nel 1906 lo psichiatra svizzero C.G. Jung pubblicò una monografia sulla Analisi delle Parole mediante un galvanometro rilevatore della variazione della resistenza elettrica quando ad una parola si collega un particolare stato d’animo.
Il prof. Giuseppe Calligaris di Udine, partendo dalle stesse premesse, evidenziò le zone cutanee iperestesiche specifiche per ogni tipo di attività psichica, compilando una ventina di opere, purtroppo poco note in Italia e maggiormente apprezzate, come sembra, nell’Unione Sovietica.”

Edoardo Bratina
tratto dall’articolo Come l’occultismo influì sul progresso, apparso sulla Rivista Italiana di Teosofia nel settembre 1984 Leggi tutto “I segreti della pelle e la metapsichica”

Dermoriflessologia

Dialogare con l’inconscio attraverso la pelle
Ai primi del Novecento, un geniale scienziato friulano, Giuseppe Calligaris, pubblicò una serie di libri a testimonianza delle sue innovative ricerche, grazie alle quali aveva individuato una mappatura del corpo umano del tutto speciale: sulla superficie cutanea esistono placche riflessologiche stimolando le quali è possibile accedere a specifiche facoltà dell’inconscio, a scopi diagnostici e terapeutici.
A cinquant’anni dalla sua scomparsa, due ricercatori hanno riscoperto la sua opera e, dopo nuove sperimentazioni, ne hanno verificato la validità e attualizzato i contenuti, integrandoli con le più recenti conoscenze psicologiche, dando così vita a una nuova metodologia: la Dermoriflessologia®.
Leggi tutto “Dermoriflessologia”

Il magico potere dei desideri

Sarebbe bello e auspicabile che ognuno si riappropriasse del grandioso potere di desiderare senza frenare l’ispirazione del cuore. Aspirare a una vita d’amore, di felicità, di salute e prosperità è un diritto innegabile per chiunque, ma non sempre risulta così facile. Leggi tutto “Il magico potere dei desideri”

È arrivata la primavera!

È risaputo che i cambiamenti climatici e stagionali e le brusche variazioni di temperatura possono causare vari stati di malessere, come mal di testa, instabilità d’umore, ansia, insonnia, irritabilità, episodi depressivi, comportamenti aggressivi e persino problemi cardiaci e vascolari.
Meno noto è forse che la sensibilità alle variazioni del tempo è una caratteristica innata in tutti gli esseri viventi.
Siamo tutti un po’ meteoropatici, allora?
Leggi tutto “È arrivata la primavera!”