Accademia di Dermoriflessologia 2018 a Merate

Accademia di Dermoriflessologia 2018
Merate (LC)
Istruttore certificato: Graziano Castelli
Docente: Flavio Gandini ideatore della Dermoriflessologia®

La Dermoriflessologia è una disciplina olistica dedicata al benessere psicofisico e all’evoluzione spirituale, che unisce antiche conoscenze esoteriche con le scoperte dello scienziato italiano Giuseppe Calligaris. Si avvale di una tecnica riflessologica che interagisce con l’energia psicofisica attraverso semplici stimolazioni cutanee.
La Dermoriflessologia si basa sulla capacità del corpo di conservare memoria del proprio vissuto e su quella della pelle di essere uno specchio fedele di corpo e anima. Emozioni e pensieri influenzano lo stato fisico, le condizioni fisiche influenzano pensieri ed emozioni. Questa relazione si riflette sulla pelle, dove possiamo individuare i flussi energetici e le memorie cristallizzate nel corpo.
La Dermoriflessologia consente di:
✔ rilevare le condizioni psicofisiche;
✔ inviare segnali a corpo e psiche per indurre risposte di auto-guarigione;
✔ portare alla luce la vera personalità;
✔ promuovere la risoluzione dei traumi e la liberazione dai condizionamenti derivati da episodi stressanti o dolorosi;
✔ stimolare sentimenti positivi;
✔ amplificare e pilotare l’attività onirica;
✔ risvegliare le facoltà superiori.

Il programma didattico prevede: 8 week-end più gli esami

La Costituzione Energetica (2 week-end)
3-4/02/2018 – 24-25/02/2018
La costituzione quadripartita dell’uomo, le 10 Linee Dermoriflessologiche Primarie, che analizzano 10 flussi d’energia e di memoria, svelando i meccanismi che regolano le corrispondenze psicosomatiche.

La Simbologia Emotiva (1 week-end)
17-18/03/2018
Le immagini simboliche che offrono la possibilità di dialogare con l’inconscio.

Il Codice Psicosomatico (2 week-end)
14-15/04/2018 – 26-27/05/2018
Le 96 Linee Dermoriflessologiche Secondarie, che mostrano e riequilibrano i sentimenti specifici.

Riflessologia della Memoria (1 w.e.)
30/06-01/07//2018
Le Placche delle Età, per entrare in contatto con il Tempo e il Luogo in cui è un evento ha lasciato un segno dentro di noi, e la Dinamica del Ricordo per elaborare il vissuto, abbandonare la carica emozionale e recuperare l’integrità.

Il Potere dei Sogni (1 week-end)
8-9/09/2018
L’anima custodisce segreti, aspirazioni e talenti che si svelano nei sogni. Con le Placche oniriche si possono trasformare i sogni in preziosi alleati: imparando a polarizzarli, a ricordarli e a interpretarli!

Sperimentazione e pratica (1 week-end)
6-7/10/2018

Il corso si terrà presso FIT&WELL – via degli Alpini, 18 – 23807 Merate (LC)
www.fitandwell-merate.it
Per maggiori informazioni è disponibile la brochure dell’Accademia

Prenotazioni entro il 25 gennaio 2018
Graziano Castelli: 340 7452414
Associazione Vega: 335 7065167 (pomer.)
vega@vega2000.it – info@vega2000.it

Ente di Formazione Autorizzato accreditato ASI/CONI – Settore Arti Olistiche e Orientali DBN-DOS – Registro AS-15-2013

I 12 doni di Dio

Per iniziare bene il 2018, vogliamo raccontarvi una storia, o meglio un’allegoria, nella speranza che quest’anno, più che perderci in astruse previsioni, si possa recuperare i nostri doni e sviluppare al meglio la nostra missione.

BUON ANNO NUOVO!

Un mattino, Dio stava al cospetto dei suoi dodici figli e seminò in ognuno di loro un seme di vita umana. I figli si avvicinarono a lui, uno a uno, per ricevere i doni assegnati.

“A te, Ariete, consegno il mio seme per primo, affinché tu abbia l’onore di deporlo in terra. Per ogni seme che pianterai ne raccoglierai a migliaia. Sarai il primo a penetrare nel terreno della mente umana portando la mia idea, ma non è tuo compito nutrire tale idea né metterla in dubbio. La tua vita consiste nell’azione e l’unico tuo compito è di cominciare a rendere gli uomini coscienti della mia creazione. Per la buona riuscita della tua missione ti regalo la Fiducia in Te Stesso”.

Con calma, l’Ariete fece un passo indietro e tornò al proprio posto.

“A te, Toro, affido il potere di far fruttificare il seme. Il tuo lavoro è grande e richiede molta pazienza, perché dovrai portare a compimento ciò che è stato intrapreso, altrimenti i semi saranno spazzati via dal vento. Adempiendo al tuo compito, non dovrai dubitare né cambiare parere lungo il cammino, e non dovrai dipendere dagli altri. Per questo io ti dono la Forza. Usala con saggezza”.

E il Toro fece un passo indietro e tornò al proprio posto.

“A te, Gemelli, consegno le domande, ma senza darti le risposte. Cercherai con sforzo di comprendere l’alternanza, il vero e il falso, e donerai questa tua dote agli uomini. Non capirai perché loro parlano e ascoltano, ma attraverso la tua faticosa ricerca troverai il mio dono: la Conoscenza”.

E il Gemelli fece un passo indietro e tornò al proprio posto.

“A te, Cancro, affido il compito di conoscere e far conoscere la sensibilità emotiva. Sperimenterai il riso e il pianto e svilupperai la pienezza interiore., che non dovrai temere né nascondere. A te dono la Famiglia, in modo che la tua pienezza possa moltiplicarsi”.

E il Cancro fece un passo indietro e tornò al proprio posto.

“A te, Leone, assegno il compito di rivelare al mondo la mia creazione in tutto il suo splendore. Devi, però, diffidare dell’orgoglio e ricordare che si tratta della mia creazione, non della tua. Se lo dimenticherai, provocherai competizione e qualcuno ti disprezzerà, ma vi sarà molta gioia nel lavoro che ti affido, se imparerai la modestia. Per questo ti dono l’Onore”.

E Leone fece un passo indietro e tornò al proprio posto.

“A te, Vergine, chiedo un esame dettagliato di tutto ciò che gli uomini fanno della mia creazione. Esamina minuziosamente i loro metodi e scopri i loro errori in modo che, attraverso te, essi si perfezionino sempre più. A questo scopo ti dono la Purezza di Pensiero”.

E la Vergine fece un passo indietro e tornò al proprio posto.

“A te, Bilancia, affido la missione di servire il prossimo, affinché l’uomo possa ricordarsi dei propri doveri nei confronti degli altri e attraverso te imparare a cooperare e a comprendere il lato negativo delle proprie azioni. Il tuo posto sarà ovunque vi sia discordia, e per ricompensarti dei tuoi sforzi ti dono l’Amore”.

E la Bilancia fece un passo indietro e tornò al proprio posto.

“A te, Scorpione, affido un compito estremamente difficile: dovrai imparare a conoscere la mente umana, ma non ti permetto di comunicare ciò che apprenderai, molte volte sarai addolorato per ciò che vedrai e sentirai e nel tuo dolore ti allontanerai sempre più da me, dimenticando che la causa del tuo dolore non sono io, ma la perversione umana della mia idea. Conoscerai talmente tante cose dell’uomo da finire per paragonarlo a una bestia e nel tuo intimo lotterai ferocemente con gli istinti bestiali presenti in te stesso che finirai per smarrirti lungo la strada. Ma quando finalmente tornerai a me, riceverai il dono della Determinazione”.

E lo Scorpione fece un passo indietro e tornò al proprio posto

“A te, Sagittario, chiedo di divertire l’uomo perché, fraintendendo la mia idea, non debba finire con l’amareggiarsi. Attraverso la gioia, infonderai nell’uomo la speranza e tramite essa l’uomo rivolgerà nuovamente lo sguardo verso di me. Verrai in contatto con molte vite anche se solo per pochi momenti e conoscerai l’insoddisfazione che si cela in ognuna di esse. A te dono l’Abbondanza in modo che tu possa diffonderla, portando luce in ogni angolo di oscurità”.

E il Sagittario fece un passo indietro e tornò al proprio posto.

“A te, Capricorno, richiedo il sudore della tua fronte in modo che tu possa insegnare all’uomo a lavorare. Il tuo compito non è facile, poiché conoscerai l’irresponsabilità di alcuni e la fatica di tutti gli esseri che mi servono, per questo di faccio dono della Responsabilità”.

E il Capricorno fece un passo indietro e tornò al proprio posto .

“A te, Acquario, affido l’intuizione del significato di futuro, in modo che l’uomo possa comprendere che esistono molte possibilità. Tu solleciterai l’uomo a guardare verso nuove aperture e a superare i propri limiti, ma soffrirai di solitudine poiché non ti autorizzo a personificare il mio amore. Per aprire gli occhi dell’uomo a nuove prospettive, io ti dono la Libertà. Essa ti permetterà di continuare a servire l’umanità ogni volta che avrà bisogno di te”.

E l’Acquario fece un passo indietro e tornò al proprio posto.

“A te, Pesci, affido il compito più difficile. Ti chiedo di prendere su di te ogni pena dell’uomo e di consegnarmela. Le tue lacrime saranno le mie lacrime. La tristezza che tu assorbirai è il risultato della incomprensione dell’uomo verso il mio pensiero, ma dovrai usargli compassione affinché lui sappia di avere un’altra opportunità e provi di nuovo. Per questo compito così difficile, ti faccio dono dell’Intuito, così che tu possa intuire il mio disegno, ma questo dono è per te, e se cercherai di comunicarlo agli altri, essi non ti ascolteranno”.

E il Pesci fece un passo indietro e tornò al proprio posto.

Infine, Dio disse: “Ognuno di voi possiede una parte della mia idea ma non dovete scambiare una parte con il tutto né desiderare di scambiarvi i doni gli uni con gli altri. Ognuno di voi è perfetto, ma sarete consapevoli di ciò soltanto quando sarete diventati Uno, solo allora la completezza della mia idea si paleserà a ognuno di voi”.

Una volta lasciato a se stesso, ogni figlio decise di mettere a buon frutto il dono ricevuto, ma nessuno dei dodici comprese pienamente né il compito né la portata del proprio dono.

Quando tornarono imbarazzati al cospetto di Dio, egli disse loro: “Ognuno di voi crede che il Dono degli altri sia migliore del proprio; dunque vi consentirò di scambiarli”. E per un momento ognuno di loro si sentì esaltato, considerando tutte le possibilità della nuova missione.

Ma Dio sorrise e disse: “Tornerete da me molte volte, chiedendo di essere esonerati dalla vostra missione, ed ogni volta esaudirò il vostro desiderio. Passerete attraverso innumerevoli incarnazioni prima di poter portare a termine la missione originaria che vi avevo affidato, per questo vi concederò un tempo illimitato, ma solo quando avrete portato a compimento le vostre missioni potrete restare con me”.

(Allegoria di Martin Schulman)

Amare se stessi per amare meglio

DERMORIFLESSOLOGIA DELL’ARCHETIPO
IL VIAGGIO DELL’EROE
«Compiere scelte in favore della propria integrità, vuol dire poter contare su una maggior capacità di amare e di relazionarsi con gli altri, perché chi non teme di perdere se stesso, non rischia di ridurre gli altri a oggetto dei propri bisogni».
Samantha Fumagalli

Il Viaggio dell’Eroe

DERMORIFLESSOLOGIA® DELL’ARCHETIPO
Domenica 29 ottobre 2017 si è concluso il Corso di Qualifica per gli 8 Dermoriflessologi abilitati alla conduzione del Percorso Esperienziale di Gruppo 👣 Il Viaggio dell’Eroe 👣
Dopo quello che gli abbiamo fatto passare, non possiamo far altro che chiamarli i Magnifici 8 😄:
– più di 40 ore frontali,
– formazione personale attraverso esperienza diretta,
– prove d’esame improvvisate,
– conduzione di meditazione,
– altri tipi di “torture”…
Sono sopravvissuti bene, come si può vedere dalle foto, e ci hanno donato momenti indimenticabili.

Da parte nostra, un coro di GRAZIE dal profondo del CUORE e a nome di tutti gli Archetipi che abitano in noi.
Ci avete fatto vivere un’esperienza di puro entusiasmo!

Come ultima speranza, vi auguriamo di portare con voi questa esperienza stupenda e condividerla con molte persone, con semplicità, umiltà, amore, fiducia, innocenza, coraggio, curiosità, saggezza, follia e magia! ❤️

Flavio e Samantha

DermoAlchimia Astrologica

L’astrologia ha sempre esercitato un fascino speciale sull’umanità, non conosco persona che, almeno in un’occasione, non abbia provato la curiosità di sapere qualcosa sul proprio segno zodiacale o non abbia sbirciato l’oroscopo su un giornale o non si sia sentita chiedere “di che segno sei?”.

A livello amatoriale l’astrologia ci tocca tutti e quando un argomento è così diffuso e popolare non può fare a meno di suscitare polemiche di ogni genere: c’è chi la ama, chi la detesta, chi la reputa una scienza esatta, chi la considera un passatempo per sempliciotti, chi vi si affida ciecamente, chi ritiene sia da superstiziosi, per non parlare delle lunghe diatribe filosofiche intercorse fra sostenitori e detrattori, consumatesi senza mai approdare a una conclusione condivisa all’unanimità.

Proprio come suscita pareri di ogni sorta, l’astrologia attrae, tra i praticanti, gli individui più eterogenei, così, accanto a validi studiosi e raffinati pensatori, annovera anche folcloristici cialtroni.

Da oltre cinquemila anni, quest’arte antica ha chiamato a sé le più grandi civiltà del passato, le menti più brillanti, gli studiosi più geniali. Si pensi alla civiltà babilonese, a quella egizia o indiana e naturalmente quelle a noi più prossime come la greca e la romana, senza dimenticare che anche i Cinesi e i Maya hanno guardato al cielo per leggervi i segni del destino umano, elaborando una disciplina che, seppur simbolicamente diversa dalla nostra, ne replica criteri e principi.

Nell’ambito del singolo possiamo ricordare personaggi del calibro di Tolomeo, Pitagora, Talete, Galilei, Keplero, Paracelso, Ermete Trismegisto, San Tommaso D’Aquino, Bacone, Sant’Agostino, il Parmigianino, Cagliostro, Giordano Bruno, Newton, Campanella e molti altri.

Personalmente, credo che la vera astrologia sia quella sopravvissuta nei secoli e attiva nell’interesse dei geni della storia, e non quella dei rotocalchi, accessibile al grande pubblico.

L’astrologia mi ha mostrato molto più di un sistema previsionale e più di un approccio psico-conoscitivo, l’esperienza mi ha guidato verso una rete di connessioni meravigliose fino a scoprire che le cose del mondo sono unite da fili invisibili all’occhio, ma percorribili dal cuore e dal pensiero. E grazie a questi fili si possono comporre frammenti di conoscenza. Uno di questi percorsi di conoscenza ha un curioso andamento a spirale, che dagli astri conduce agli dei, dagli dei all’alchimia, dall’alchimia alla Dermoriflessologia, per tornare infine su se stesso, ma a un’ottava superiore.

Lo studio dei pianeti evoca facilmente la mitologia classica greca (per inciso, il parallelo si estende anche ad altre mitologie, ma nello specifico di questo viaggio mi atterrò a quella greca), abbiamo, infatti, Apollo dio del Sole e Artemide dea della Luna, incontriamo Ermes, Afrodite e Ares, che sono rispettivamente i pianeti Mercurio, Venere e Marte, e poi Zeus-Giove, Crono-Saturno, Urano, e ancora Poseidone-Nettuno, dio del mare, e Ade-Plutone, dio degli inferi.

Insomma, salta subito all’occhio, anche a quello meno esperto, che c’è un dio per ogni pianeta, ma è soltanto guardando con attenzione il cielo astrologico che si inizia a scorgere uno strano movimento, gli astri disposti attorno allo zodiaco sembrano animarsi, assumono sembianze sovrumane, prendono vita, ed è allora che si assiste alla danza degli dei nella nostra vita. Vere e proprie divinità che si muovono in noi, che agiscono in noi, che influenzano i nostri orientamenti.

Una domanda sorge spontanea: se nel cielo natale più che pianeti-funzione, come i testi di astrologia illustrano, ci fossero influssi divini, che penetrano nell’individuo e ne determinano l’agire?

L’ipotesi è plausibile, e si riallaccia magnificamente al principio cardine dell’ermetismo, secondo cui gli uomini sono paragonabili e burattini nelle mani di presenze invisibili. Compito dell’uomo è quello di imparare a gestire queste presenze, farsele amiche, sfruttarne i punti di forza e procedere, per quanto possibile, alla propria emancipazione.

Il processo alchemico verte esattamente sulla ricerca della libertà e, come già detto, la Dermoriflessologia è un validissimo supporto per questo lavoro. Esiste, infatti, un quadrante cutaneo di rifrazione dei dieci influssi planetari (e di conseguenza delle emanazioni degli dei), sul quale si può intervenire per conoscerli meglio, per affievolirne o incrementarne la potenza.

Tornando al filo che unisce le conoscenze vediamo che la spirale torna su se stessa: dall’astrologia al mito, dal mito all’alchimia, dall’alchimia alla Dermoriflessologia e, in un nuovo giro di giostra, dalla Dermoriflessologia si torna agli astri. Ecco come è nata la DermoAlchimia Astrologica!

Samantha Fumagalli

Percorsi di DermoAlchimia: Dermoalchimia Astrologica© o AstroDermo©

Metti in luce i tuoi talenti!

Conferenza a ingresso libero
con Marzia Alberghini – Dermoriflessologa

Metti in luce i tuoi talenti e punta su di essi per seguire la tua leggenda perrsonale e fare ciò che hai sempre desiderato.

Sabato 28 ottobre 2017 – ore 15.00
a Iadeo Forlì –  Via Isonzo, 145

Info e prenotazioni: Giuliana 3482711579

Trattamenti personali su prenotazione.