Accademia Dermoriflessologia

dav

Conclusione dell’anno accademico 2020-2021 di Dermoriflessologia

Un viaggio stupendo, reso ancora più eccezionale dagli eventi esterni che, nel creare ostacoli, hanno reso ancora più forte, bello e unito il gruppo e il sentimento che ci lega.

Il gruppo non è al completo, causa forze maggiori, ma con il cuore c’eravamo tutti.

La luce che vediamo nei vostri occhi, per noi, è magia!

Grazie!

Un grande abbraccio a tutti!

Flavio e Samantha

Dermoriflessologia e memoria genetica

È risaputo che condizioni di vita difficili, maltrattamenti e abusi possono avere conseguenze psicologiche importanti e influenzare lo sviluppo della personalità e le scelte future. Fino a non molto tempo fa, si riteneva che questo genere di problematiche rientrassero esclusivamente nella sfera psichica e non fossero riscontrabili a livello fisico. Negli ultimi anni, però, alcuni ricercatori si sono spinti oltre e hanno scoperto che i traumi lasciano una traccia biologica nel DNA, una traccia individuabile e misurabile.

A tale proposito, Ariane Giacobino, genetista dell’Università di Ginevra, racconta: «Abbiamo cercato di scoprire se vi erano delle cicatrici nel DNA delle persone che avevano vissuto avvenimenti come abusi, maltrattamenti o circostanze di vita difficili, soprattutto nell’infanzia. È incredibile ciò che abbiamo scoperto con i prelievi del sangue. Abbiamo notato che vi erano delle modifiche chimiche nel DNA, proporzionali a quanto le vittime avevano subito. Queste cicatrici, quindi, possono essere misurate».

Il trauma, dunque, si inscrive nel nostro genoma. Le sue tracce sopravvivono nelle cellule e si trasmettono fino ad almeno tre generazioni.

Ancora dalla voce di Ariane Giacobino apprendiamo: «Recentemente abbiamo avuto un caso di una nonna, una madre e sua figlia. L’anziana donna aveva un marito che ha violentato la figlia. Da questo incesto è nata una bambina. Abbiamo fatto un’analisi sulle tre generazioni, che in chimica è detta metilazione, e abbiamo osservato che la donna con la cicatrice più grande è la più giovane, ovvero la figlia frutto dell’incesto».

In pratica, il gene della nonna è meno marcato di quello della figlia che ha subito lo stupro, mentre la nipote, che non è mai stata violentata, biologicamente porta il fardello più pesante.

C’è anche una buona notizia però. Queste tracce si possono cancellare grazie a medicamenti e terapie. Ragione in più per provare a sciogliere i nodi che ci portiamo dentro, liberando sia il nostro animo sia il nostro DNA.

L’intuizione sulla quale si fonda la Dermoriflessologia, ossia che la memoria cellulare riguardi anche stress emozionali, è stata quindi confermata da questi recenti studi sul DNA.

La Dermoriflessologia sfrutta il miglioramento dello stato biofisico, indotto dai trattamenti, per elaborare e superare traumi e blocchi che ostacolano o limitano l’espressione del potenziale individuale. Basandosi sulla memoria cellulare epidermica e su specifiche àncore psico-fisiche, i trattamenti fanno affiorare alla coscienza gli eventi dolorosi, traumatici e invalidanti, ne permettono l’elaborazione e la metabolizzazione e agevolano il risanamento psichico e fisico.

Dermoriflessologia ed energia

La Dermoriflessologia funziona tramite la stimolazione cutanea di punti riflessogeni, che trasmettono segnali al corpo e alla psiche.

Lo scopo dei trattamenti e quello di produrre risposte di autoguarigione, incrementare il benessere e lo stato energetico, risvegliare sentimenti e stati d’animo positivi e benefici, sviluppare potenzialità e facoltà superiori dell’essere umano. Tutto questo è possibile perché i punti riflessi attivano energie specifiche che viaggiano nel corpo e nei sistemi energetici e producono risultati concreti.

Le risposte psicofisiche prodotte dalla Dermoriflessologia sono state confermate anche da recenti studi scientifici in materia di biofisica, dove l’energia è definita come “energia degli elettroni”.

Nelle singole molecole organiche ci sono elettroni in stato di background (quiete) e altri elettroni eccitati (attivi), questi ultimi hanno un surplus energetico.

La condizione degli elettroni non è immutabile, ma può essere variata. Per esempio, si può incrementare l’energia biofisica attraverso la luce, il sole, gli impulsi elettrici ed elettromagnetici. Tale incremento energetico vale non soltanto per una singola cellula, ma anche per un complesso di cellule ed è pertanto possibile accrescere l’energia dell’intero organismo. La produzione e lo spostamento degli elettroni in diverse parti del corpo sono misurabili, e ciò consente di monitorare il trasferimento di energia. Tramite questo procedimento di indagine è stato scoperto l’effetto tunnel, ovvero lo spostamento di elettroni lungo molecole organiche complesse che seguono l’andamento di linee e meridiani energetici. Si tratta di salti di elettroni da un gruppo di molecole all’altro, che sfruttano come via di comunicazione l’acqua contenuta nel corpo.

Le linee e le placche dermoriflessologiche, si comportano proprio come aree di accesso al circuito di trasferimento di elettroni, pertanto di energia, attraverso tessuti cutanei, connettivi e midolli ossei.

Senza utilizzare fonti esterne, lo stesso cervello, attraverso un’adeguata concentrazione, è in grado di ridistribuire l’energia da una parte all’altra del corpo, così come avviene in molte pratiche orientali di movimento energetico lungo i chakra o i meridiani. Questa procedura richiede anni di esercizio, ma è un dato di fatto che la meditazione ottiene risultati, se svolta seriamente, imparando a conoscere in profondità le capacità del cervello e potenziandole.

La Dermoriflessologia, oltre a stimolare risposte biofisiche, induce anche la focalizzazione del pensiero e la polarizzazione onirica, durante e dopo il trattamento, conferendo un ulteriore potenziamento del movimento energetico messo in atto a livello fisico. Così facendo si comunica direttamente con la sfera psichica conscia e inconscia.

La Dermoriflessologia sfrutta inoltre questo miglioramento dello stato biofisico per elaborare e superare traumi e blocchi che ostacolano o limitano l’espressione del potenziale individuale. Basandosi sulla memoria cellulare epidermica e su specifiche àncore psico-fisiche, i trattamenti fanno affiorare alla coscienza gli eventi dolorosi, traumatici e invalidanti, ne permettono l’elaborazione e la metabolizzazione e agevolano il risanamento psichico e fisico.

Accademia di Dermoriflessologia a Amelia (TR)

Dialogare con l’inconscio attraverso la pelle

Percorso di formazione per Dermoriflessologi 2020-21

Il giardino delle meraviglie, Amelia (TR),
Docente: Flavio Gandini

La Dermoriflessologia® è una disciplina olistica dedicata al benessere psicofisico e all’evoluzione spirituale, che unisce antiche conoscenze esoteriche con le scoperte dello scienziato italiano Giuseppe Calligaris.
Si avvale di una tecnica riflessologica che interagisce con l’energia psicofisica attraverso idonee stimolazioni cutanee.
La Dermoriflessologia si basa sulla capacità del corpo di conservare memoria del proprio vissuto e su quella della pelle di essere uno specchio fedele di corpo e anima. Emozioni e pensieri influenzano lo stato fisico, le condizioni fisiche influenzano pensieri ed emozioni. Questa relazione si riflette sulla pelle, dove possiamo individuare i flussi energetici e le memorie cristallizzate nel corpo.
La Dermoriflessologia consente di:
✔ rilevare le condizioni psicofisiche;
✔ inviare segnali a corpo e psiche per indurre risposte di auto-guarigione;
✔ portare alla luce la vera personalità;
✔ promuovere la risoluzione dei traumi e la liberazione dai condizionamenti derivanti da episodi stressanti o dolorosi;
✔ stimolare sentimenti positivi;
✔ amplificare e pilotare l’attività onirica;
✔ risvegliare le facoltà superiori.

Il programma didattico è strutturato su 3 moduli da un week-end
con presenza obbligatoria (frontale) e 5 moduli da frequentare a distanza (online).

Prenotazioni entro il 15 settembre 2020
A.P.S. Vega E.T.S.: 335 7065167 (pomeriggio)
info@giardinomeraviglie.it – info@dermoriflessologia.it

PROGRAMMA

La costituzione energetica (2 w.e.)
3-4/10/2020 frontale
7-8/11/2020 online

La costituzione quadripartita dell’uomo, le 10 Linee Primarie, che analizzano i flussi d’energia e di memoria, svelando i meccanismi delle corrispondenze psicosomatiche.

La simbologia emotiva (1 week-end)
5-6/12/2020 online

Le immagini simboliche che offrono la possibilità di dialogare con l’inconscio.

Il Codice Psicosomatico (2 week-end)
6-7/2/2020 online
6-7/3/2021 frontale

Le 96 Linee Secondarie e le Placche cutanee mostrano e riequilibrano i sentimenti specifici.

Riflessologia della Memoria (1 w.e.)
10-11/4/2021 online

Le Placche delle Età e L’albero degli Eroi attivano il contatto con il Tempo e il Luogo, la Dinamica del Ricordo promuove l’elaborazione del vissuto emozionale.

Il Potere dei Sogni (1 week-end)
1-2/5/2021 online

Le Placche oniriche trasformano i sogni in alleati. Si polarizzano, ricordano e interpretano.

Esperimenti pratici ed esami (1 w.e)
5-6/6/2021 frontale

Rendiamo migliore la nostra vita

Molte incomprensioni si potrebbero evitare, se al posto di nutrire diffidenza per l’altro, nel silenzio delle proprie dubbie convinzioni, e farsi strani film nella testa, si usassero poche semplici qualità:
– la SEMPLICITÀ del BAMBINO nel domandare;
– il CORAGGIO del GUERRIERO nell’aprirsi schiettamente all’altro;
– la COMPRENSIONE dell’AMANTE per capire;
– la VOLONTÀ del CERCATORE di perseguire la verità.
A 30 anni questo potenziale è già in noi… e più avanti si può fare molto molto di più…

Dermoriflessologia® dell’Archetipo

Calligaris: Il pensiero che guarisce

PER CHI DESIDERA CONOSCERE GIUSEPPE CALLIGARIS E AVERE UN PRIMO APPROCCIO ALLA DERMORIFLESSOLOGIA
Il pensiero che guarisce” è la tesi di laurea del celebre professor Giuseppe Calligaris, medico chirurgo specializzato in neurologia e psichiatria.
Nato nel 1876, Calligaris fu docente e ricercatore universitario. Le sue scoperte lo collocano a buon titolo tra i più geniali medici dell’anima. Egli, infatti, individuò linee e placche sulla pelle dell’uomo, che mettono in relazione il corpo e lo spirito, la fisiologia e la psicologia.
Nella sua rivoluzionaria tesi di laurea, Calligaris mostra come il pensiero agisca sul corpo, anticipando di svariati decenni le più recenti scoperte di neurofisiologia, biochimica e persino di fisica quantistica.
Con la prefazione di Samantha Fumagalli, ideatrice e insegnante, insieme a Flavio Gandini, della Dermoriflessologia, una disciplina olistica che origina dagli studi di Giuseppe Calligaris.

Accademia Dermoriflessologia 2020 Lodi

Accademia di Dermoriflessologia 2020
Boffalora d’Adda (LO)
Docente: Flavio Gandini ideatore della Dermoriflessologia®

Info: vega@vega2000.it

La Dermoriflessologia è una disciplina olistica dedicata al benessere psicofisico e all’evoluzione spirituale, che unisce antiche conoscenze esoteriche con le scoperte dello scienziato italiano Giuseppe Calligaris. Si avvale di una tecnica riflessologica che interagisce con l’energia psicofisica attraverso semplici stimolazioni cutanee.
La Dermoriflessologia si basa sulla capacità del corpo di conservare memoria del proprio vissuto e su quella della pelle di essere uno specchio fedele di corpo e anima. Emozioni e pensieri influenzano lo stato fisico, le condizioni fisiche influenzano pensieri ed emozioni. Questa relazione si riflette sulla pelle, dove possiamo individuare i flussi energetici e le memorie cristallizzate nel corpo.
La Dermoriflessologia consente di:
✔ rilevare le condizioni psicofisiche;
✔ inviare segnali a corpo e psiche per indurre risposte di auto-guarigione;
✔ portare alla luce la vera personalità;
✔ promuovere la risoluzione dei traumi e la liberazione dai condizionamenti derivati da episodi stressanti o dolorosi;
✔ stimolare sentimenti positivi;
✔ amplificare e pilotare l’attività onirica;
✔ risvegliare le facoltà superiori.

Il programma didattico prevede: 8 week-end più gli esami
La costituzione energetica
(2 week-end)
La simbologia emotiva (1 week-end)
Il Codice Psicosomatico (2 week-end)
Riflessologia della Memoria (1 week-end)
Il Potere dei Sogni (1 week-end)
Sperimentazione e pratica (1 week-end)

Programma esteso: clicca qui

Sede: Associazione Vega, via Pietro Nenni 28/4, Boffalora d’Adda (LO)

Iscrizioni ENTRO 10 febbraio 2020:
Associazione Vega: 335 7065167 (pomer.)
vega@vega2000.it – info@vega2000.it

Le età eroiche

Aggiornamento professionale per Dermoriflessolgi
DERMOALCHIMIA
LE ETÀ EROICHE
percorso iniziatico strutturato sulle otto tappe del viaggio dell’eroe
 
L’aggiornamento di 2 week-end indivisibili si terrà in due località:
 
BOFFALORA D’ADDA (LO)
sabato 30 novembre e domenica 1 dicembre 2019 – prima parte
sabato 15 e domenica 16 febbraio 2020 – seconda parte
 
MASSA FINALESE (MO)
sabato 19 e domenica 20 ottobre 2019 – prima parte
sabato 7 e domenica 8 marzo 2020 – seconda parte
 
La partecipazione è aperta a tutti gli operatori. Non è necessario aver frequentato i precedenti moduli di Dermoalchimia. Ma è indispensabile partecipare a entrambi gli incontri.
 
Nel primo modulo di Dermoalchimia (primavera 2019) abbiamo esaminato gli aspetti che accomunano Dermoriflessologia, Simbolismo, Ermetismo e l’Alchimia, e abbiamo introdotto il discorso dei percorsi iniziatici attraverso:
1) gli incontri individuali di Dermoriflessologia;
2) l’Albero degli Eroi;
3) l’Albero Cosmico Norreno (Yggdrasill).
 
In questo secondo modulo di Dermoalchimia, della durata di 2 week-end, entreremo nello specifico del percorso iniziatico realizzabile sulla base dell’Albero degli Eroi.
 
L’ALBERO DEGLI EROI è quel sistema cutaneo (illustrato anche durante l’Accademia di Dermoriflessologia) formato da 8 Placche collegate a 8 settenni biografici e a 8 figure eroiche, che permette di sviluppare un percorso di autoconoscenza e individuazione del Sé attraverso l’elaborazione di precise tappe dell’evoluzione personale.
 
Questo doppio appuntamento, incentrato sul VIAGGIO DELL’EROE, ha l’obiettivo di fornire una chiave pratica e collaudata per condurre una serie di incontri individuali, finalizzati a favorire la comprensione della COSTELLAZIONE EROICA INTERIORE e aiutare un soggetto a svincolarsi dalla trappola di un eroe irrisolto.
 
Come ricorderete, il percorso di crescita personale, abbastanza prevedibile dal punto di vista crono-eroico, può essere bloccato da circostanze o eventi che intrappolano il soggetto in un eroe o nel suo lato ombra. Quando il tempo trascorso da tali eventi è collocato all’interno dei margini di normale operatività (2 settenni), si può indirizzare il cliente verso la metabolizzazione del problema, permettendogli di vivere positivamente l’eroe e la sua evoluzione.
Il programma è strutturato in modo preciso, ma senza rinunciare alla necessaria flessibilità, per configurare una serie di interventi in sintonia con le esigenze di ogni singolo individuo.
Inoltre, Il VIAGGIO INIZIATICO DELL’EROE permetterà di avere le conoscenze necessarie ad affrontare il tema successivo, ovvero IL PERCORSO INIZIATICO DELL’YGGDRASILL (in programma a partire dall’estate 2020), che insieme costituiranno i pilastri portanti del Dermoalchimista.
 
NOTA IMPORTANTE:
QUESTO WEEK-END È APERTO A TUTTI I DERMORIFLESSOLOGI. L’AGGIORNAMENTO È, COME SEMPRE, FACOLTATIVO E DURA DUE WEEK-END INDIVISIBILI. PERTANTO, CHI DECIDERÀ DI FREQUENTARLO DEVE PREVEDERE LA PROPRIA PRESENZA A ENTRAMBI GLI INCONTRI.
Diversamente le informazioni saranno incomplete.
 
Al termine dell’aggiornamento, verrà rilasciato l’attestato di partecipazione per la conduzione di sedute individuali incentrate sul Viaggio dell’Eroe secondo la Dermoriflessologia.
 
Scegli la data e il luogo più comodi e comunicaci per tempo la tua doppia adesione.
Ti invieremo la conferma delle iscrizioni.
 
Buona giornata!

Il codice psicosomatico

Le corrispondenze delle Linee dermoriflessologiche tracciano un solido collegamento tra psiche e corpo, che permette di comprendere come questi due aspetti si influenzino l’un l’altro. Questa scoperta mette a disposizione di tutti un vero e proprio codice psicosomatico.
Quali sono i principali vantaggi pratici di questo codice?
👉 1. Innanzitutto, partendo da un disturbo fisico o da una malattia, possiamo risalire alla causa originaria di natura psichica, sia essa un’esperienza dolorosa o il protrarsi di un’emozione perturbante o una tendenza caratteriale. Consapevolezza, questa, che ci dà gli strumenti per affiancare alla cura del corpo una cura dell’anima, perché finalmente sappiamo su quali problematiche intervenire.
👉 2. Secondariamente, sapere che anche il problema fisico agisce come restimolatore di sentimenti, ci consente di capire le ragioni degli stati d’animo che proviamo in seguito a un incidente o a un trauma fisico oppure che accompagnano una malattia o una convalescenza. Quante volte ci siamo chiesti da dove viene quella tristezza immotivata o quell’aggressività gratuita o la strana confusione che abbiamo in testa? Bene, il codice psicosomatico ci dà le risposte.
👉 3. Inoltre, conoscendo la facoltà che hanno il corpo e la psiche di influenzarsi reciprocamente, capiamo perché risulta così difficile guarire bene e completamente. Se un dolore dell’anima altera il funzionamento del corpo e provoca una malattia e se quella stessa malattia suscita nell’anima il medesimo dolore, allora ci troviamo davanti a un circolo vizioso dal quale è davvero complicato uscire. Tuttavia, la conoscenza della suddetta dinamica ci mostra anche come intervenire per interrompere questo circolo vizioso e trasformarlo in virtuoso.

Se sei interessato a saperne di più, puoi frequentare l’Accademia di Dermoriflessologia e imparare a mettere in pratica questa meravigliosa conoscenza.

Informazioni: Associazione Vega: 335 7065167 (pomeriggio)
vega@vega2000.it – info@vega2000.it