Chakra

Ogni ruota di energia (chakra) ha la sua funzione per la vita e l’espressione dell’essere umano, dal radicamento all’autorealizzazione spirituale.

Paure, imposizioni, blocchi, divieti, abusi, mirano ad alterare il libero funzionamento di questi centri energetici.

Pratica, meditazione, vera conoscenza, accrescimento della propria energia, sviluppo del proprio potere personale, mirano al loro funzionamento armonico e al conseguimento della vera Volontà.

Come moderni San Tommaso

Immagine: Incredulità di san Tommaso, Caravaggio, 1600-1601

«Voglio rivelarti un sistema per capire se un’apparizione è reale o illusoria: se, quando ti si presenta, la tua coscienza è offuscata e le cose attorno a te si confondono o scompaiono, allora non fidarti! Stai in guardia! Quel che vedi è una parte di te. Se non indovini quale metafora esso nasconda, allora è uno spettro inconsistente, un’ombra, un ladro che si nutre della tua vita.

«I ladri che rubano la forza dell’anima sono peggiori di quelli comuni. Ti attirano come fuochi fatui nelle paludi di un’illusoria speranza per lasciarti da solo nelle tenebre, e sparire per sempre.«Non farti abbagliare dai miracoli che fingeranno di fare per te, né dai nomi santi di cui si approprieranno, né dalle loro profezie, quand’anche si dovessero avverare. Essi sono i tuoi nemici mortali, vomitati fuori dall’inferno del tuo corpo col quale lotti per la supremazia.

«Sappi che le straordinarie forze che essi posseggono sono le tue – quelle che ti hanno carpito per tenerti in schiavitù. Non possono vivere al di fuori della tua vita, ma se li sottometti si ridurranno a muti e docili strumenti che potrai usare a tuo piacimento.

«Innumerevoli sono le vittime che costoro hanno mietuto fra gli esseri umani. Leggi le storie dei visionari e degli adepti delle sette e ti accorgerai che il sentiero verso il dominio di te stesso, che stai percorrendo, è ricoperto di teschi.

«L’umanità si è costruita inconsapevolmente un muro contro di loro: il materialismo. Tale muro è una protezione infallibile, è un simbolo del corpo, e contemporaneamente è il muro di una prigione che impedisce la visuale.

«Oggi che esso si sta lentamente sgretolando e la Fenice della vita interiore risorge con nuovo impeto dalle ceneri dove a lungo giacque come morta, ebbene oggi anche gli avvoltoi di un altro mondo agitano le ali. Perciò sta’ in guardia! Solo dalla bilancia su cui porrai la tua coscienza potrai capire se fidarti di un’apparizione: quanto più la tua coscienza sarà desta, tanto più il piatto penderà dalla tua parte.

«Se una guida, un soccorritore o un fratello proveniente da un mondo spirituale vuole apparirti, può farlo anche senza saccheggiare la tua coscienza: come l’incredulo Tommaso, potrai mettere la mano nel suo costato».

da “Il volto verde” di Gustav Meyrink

I quattro cavalieri dell’Apocalisse

Il primo è Pestilenza, con il cavallo bianco e l’arco, simboli della malattia.
Il secondo è Guerra, con il cavallo rosso e la spada, simboli della lotta armata e del sangue.
Il terzo è Carestia, con il cavallo nero e la bilancia, simboli della mancanza di cibo e della disuguaglianza, i poveri dovranno pagare molto il loro cibo, mentre i ricchi prospereranno.
Il quarto è Morte, con il cavallo verde (o pallido) e le sembianze di uno scheletro.
L’Apocalisse non è una macabra profezia, ma qualcosa che è stato, che è e che sarà, finché l’umanità non sconfiggerà le piaghe che ha nell’anima.
E Apocalisse non significa la fine del mondo, ma letteralmente “rivelazione”, ovvero, nell’avvicendarsi dei poteri umani e spirituali (come in alto così in basso) cadono i veli e l’umanità (quella che vuole) può finalmente “vedere”… giusto il tempo che nuovi veli vengano riposizionati dai nuovi poteri…
E la Storia continua…

19 giugno 2022

La Dermoriflessologia e le 4 funzioni della coscienza

Un mito indiano sulla creazione del mondo narra che il dio Brahma volge lo sguardo delle sue quattro teste verso i quattro punti cardinali: Nord, Sud, Est e Ovest. Questo quadruplice sguardo costituisce l’orientamento indispensabile prima di poter dare inizio alla sua attività creativa.

E lo stesso vale per ogni essere umano che, prima di divenire esso stesso creatore, deve contemplare e comprendere in sé le quattro funzioni della coscienza: la sensazione (collegata al corpo fisico), l’intuizione (collegata all’eterico), il sentimento (collegato all’astrale), il pensiero (collegato al causale).

Con la Dermoriflessologia® possiamo orientare lo sguardo nelle quattro direzioni, contemplare, comprendere e precedere verso la presa di coscienza della nostra vera essenza.

Efesto, dio del fuoco e della metallurgia

Efesto incarna l’Era del Ferro.

Si narra che fosse uno degli dei più brutti dell’Olimpo e dal pessimo carattere, ma dalle mille abilità manuali, bravissimo a lavorare i metalli e capace di opere di alta ingegneria.

Oltre a costruire monili e armi dotate di poteri magici per gli dei, creò anche degli automi (robot) di aspetto umano, che venivano utilizzati nella sua fucina come inservienti.

Forse la Storia non è esattamente come ce la raccontano…

Prigione

Gli Uomini devono raggiungere il senso della realtà di se stessi.
Per ora non fanno che limitarsi e stroncarsi, sentendosi diversi e più piccoli di quel che sono. Ogni loro pensiero, ogni loro atto è una sbarra in più alla loro prigione, un velo in più alla loro visione, una negazione alla loro potenza.
Si chiudono nei limiti del loro corpo, si attaccano alla terra che li porta: come se un’aquila si immaginasse serpente e strisciasse al suolo ignorando le ali.

La censura sui social

Sono ormai due anni e mezzo che su Facebook assistiamo a una censura feroce: post rimossi o bollati come notizie false, profili limitati o bloccati.

Ci si indigna, certo, ma si capisce la reale portata di questa procedura?

Proviamo ad analizzarla…

Cos’è un social? Cos’è Facebook?

Facebook è un luogo sociale virtuale che replica una piazza reale.

Tracciamo un parallelo: una persona accede a Facebook come esce di casa; incontra altre persone che camminano per la strada/social, si trova con gli amici nella piazza/social, parla, chiacchiera, ci si scambiano informazioni, ci si confronta su varie questioni, idee, eccetera.

Bene, la censura su Facebook equivale a un controllo serrato per le strade e nelle piazze di una città. Dici qualcosa che non piace al sistema/governo? Ti prendono, ti imbavagliano (censura dei post), limitano le tue azioni e i tuoi spostamenti (non puoi pubblicare, non puoi interagire con i gruppi), ti chiudono in casa o ti incarcerano per un determinato periodo (non puoi pubblicare, commentare, accedere al tuo profilo, eccetera).

Il tutto senza appello, ovvero in assenza di legge, perché Facebook ti permette di esprimere il tuo dissenso sulla punizione/reclusione, ma NON esamina la situazione e NON cambia la pena.

Nella realtà sarebbe come ricevere una sanzione, una pena o persino venire recluso, preventivamente e senza possibilità di contestare la decisione e far valere le proprie ragioni.

La spiegazione? Non abbiamo personale sufficiente per esaminare le tue argomentazioni.

Dunque: la legge non esiste più.

E chi/cosa sono i fact checker e i cecchini segnalatori? Sono le spie, persone che ti sentono parlare per strada e ti segnalano alle forze dell’ordine per farti punire, anche travisando volontariamente le tue parole. Sono i delatori, quelli che per servilismo verso chi comanda o per vendetta personale o per lucro denunciano segretamente qualcuno presso un’autorità giudiziaria o politica.

Spesso si sottovaluta la gravità della censura sui social, perché la si considera qualcosa di secondario, come se riguardasse un gioco, ma i social sono a tutti gli effetti strumenti che si affiancano alla realtà fisica e talvolta la sostituiscono, così come la posta elettronica affianca e sostituisce la posta fisica.

Quanto manca al controllo e alla censura dei contenuti sulle nostre email?

Quanto manca alle restrizioni e alle punizioni sui nostri sistemi di vita e lavoro virtuali come il Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID), lo smart working, la banca digitale, le carte di pagamento elettroniche, eccetera?

La censura su Facebook sta facendo abituare la gente al controllo e alle punizioni unilaterali e senza alcun supporto legale, senza nessuna possibilità di difesa.

Meditiamo…

Flavio Gandini a Forme d’Onda

13 mag 2022 – In questa puntata è nostro ospite Flavio Gandini, studioso di esoterismo e spiritualità e di metodi naturali per il benessere psicofisico, che ci parlerà della Dermoriflessologia, una disciplina olistica di cui è ideatore insieme a Samantha Fumagalli. Si tratta di un metodo che trae origine dalle ricerche del prof. Giuseppe Calligaris, medico e scienziato dei primi del ‘900 le cui innovative scoperte sono ancora poco conosciute ai più. La pelle è uno specchio del corpo e dell’anima: grazie a una stimolazione riflessologica cutanea, si può avere accesso a specifiche facoltà dell’inconscio e promuovere il riequilibrio energetico e l’evoluzione spirituale dell’individuo.

Forme d’Onda e Dermoriflessologia

Questa sera alle ore 21:30 su https://www.spreaker.com/show/forme-d-ondas-tracks sarà nostro ospite Flavio Gandini, studioso di esoterismo e spiritualità e di metodi naturali per il benessere psicofisico, che ci parlerà della Dermoriflessologia, una disciplina olistica di cui è ideatore insieme a Samantha Fumagalli. Si tratta di un metodo che trae origine dalle ricerche del prof. Giuseppe Calligaris, medico e scienziato dei primi del ‘900 le cui innovative scoperte sono ancora poco conosciute ai più. La pelle è uno specchio del corpo e dell’anima: grazie a una stimolazione riflessologica cutanea, si può avere accesso a specifiche facoltà dell’inconscio e promuovere il riequilibrio energetico e l’evoluzione spirituale dell’individuo.